Cosa è?

Zeolite Cubana è clinoptilolite micronizzata, cioè una roccia sedimentaria formatasi milioni di anni fa dall’incontro tra la lava incandescente e il mare, sottoposta al processo fisico meccanico della micronizzazione.

Adsorbimento e setaccio molecolare: questo particolare processo naturale conferisce a Zeolite Cubana una struttura cristallina costituita da due tetraedri legati mediante ponti ossigeno che generano ampi spazi liberi e canali nei quali possono essere accolti e scambiati cationi e molecole relativamente grandi.

La difesa naturale testata per contrastare la Botrytis cinerea. Zeolite Cubana è un corroborante da usare in accumulo dai primi trattamenti alla pre chiusura grappolo alla maturazione e per la conserva- zione del grappolo.

Disidratazione reversibile: la sua particolare struttura formata da canali e cavità offre volumi e ampie superfici interne attive per l’assorbimento delle molecole di acqua anche a bassa concentrazione e le cede in seguito a riscaldamento con deboli o nulle modifiche alla sua impalcatura cristallina. In pratica regola l’umidità sulle piante riducendo drasticamente i problemi che derivano da un eccesso di umidità, quali ad esempio la Botrytis cinerea, contrastando le condizioni naturali per il suo sviluppo.

Zeolite Cubana è un corroborante induttore di resistenza consentito in agricoltura biologica ai sensi dei regolamenti CE 834/2007 e 889/2008 e del DM 27 novembre 2009, n°18354.

Zeolite Cubana distribuita dalla pre chiusura grappolo alla maturazione nella dose di 18 kg per ettaro, su un vigneto colpito da botrytis cinerea con un attacco del 56%, ha dimostrato un grado di azione dell’ 80% circa rispetto al testimone non trattato; con un attacco su grappolo del 27% della sua superfice ha dimostrato un grado di azione del 75%.